Non ricordo bene quando ma ieri o forse l’altro ieri leggevo un articolo sul blog di mammasfigata (appena sono al PC lo condividerò in qlc modo) che mi ha fatto sorridere e riflettere sull’ essere una mamma un po più easy. Perché lo riconosco io non lo sono molto ma mi piacerebbe tanto diventarlo e oggi mi è venuto in mente che un pochetto sono migliorata, leggete qui: la peste aveva pochi mesi stavamo per uscire per cui ci stavamo per mettere i cappotti e lei era nell’ovetto sul divano (si! incoscienti mai più fatto, ma ci tengo a precisare che il mio divano aveva una seduta enorme eh) ad un tratto tonfo, pianti della bimba e urla del maritozzo. Fortunatamente la peste dopo 2 minuti rideva ma io in quei 2 minuti avevo perso 100 anni di vita. Lei rideva e io volevo portarla in ospedale anche se era caduta sul cuscino dell’ovetto (santi in paradiso), non aveva nessun segno (controllata e tastata millimetro per millimetro che se avvesse saputo parlare mi avrebbe detto mamma basta che balleee). Le 24 ore più lunghe della mia vita, in cui la controllavo massimo ogni 5 minuti. A distanza di quasi 2 anni, stamattina mentre dormiva sul lettone è caduta, tonfo, pianti della bimba, urla del maritozzo (mmmm tutto come sopra), la prendo in braccio cerco di consolarla ma niente per cui ricorro al mio jolly. Amore vuoi un pezzetto di cioccolata? E tutto si calma. OK situazione sotto controllo, la tengo solo d’occhio per vedere se le fa male qualcosa ma le prossime 24 ore saranno…BAH ve lo dico domani

Annunci

4 thoughts on “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...