terrible two..terrible

helpRespiro profondamente e mi dico che non è qualcosa di personale, che non sono io la prescelta con cui sceglie di fare capricci, che è una fase e passerà.

Devo tenere duro!
Ma da una settima all’altra la mia piccola peste, la bimba con l’argento vivo, quella biondina coi boccoli e la faccina angelica che fino a poco tempo fa annuiva senza proferir parola e sorrideva a qualsiasi proposta (gioco, cambio pannolino, vestiti da cambiare) oggi è diventata la fabbrica del capriccio facile :8 Ha sempre un simpaticissimo NO pronto, corredato da tanto di gesto della mano e scuotimento della testolina giusto per ribadire il concetto, come se fosse necessario.

Amore ci andiamo a lavare? NO

Amore ci vogliamo vestire per uscire? NO

Amore ci cambiamo il pannolino? NO

Giochiamo con le costruzioni? NO Cantiamo? NO

Amore e che vuoi fare? quando va bene la risposta è “Teto” (che non si sa cos’è), se la dice nera invece è una lagna 😦

Ora mi sorgono spontanee due domande:
1) visto che hai capito benissimo il concetto di questo monosillabo com’è che quando ti dico no per qualcosa è come se ti avessi invitato a farla???
2) si lo so è una fase ma quanto durerà??????????

Ovviamente anche questo giro ho letto un pò di cose qua e la ed i consigli sono i seguenti:
– poche regole ben chiare (pare facile quando si susseguono guai a raffica, non fare guai non regge come regola)
– evitare di urlare e far partire lo sculaccione ( già dopotutto gli adulti siamo noi e dovremmo esser capaci di mantenere il controllo…dovremmo)

– concedere un paio di alternative così da far scegliere a loro ( noi però impariamo bene quali proposte gradiscono di più almeno ci salviamo nella contrattazione)

– insegnare a chiedere scusa (in questo la peste è un asso si avvicina ti dice scuuu e se l’ha fatta grossa e ti vede proprio nervosa ti prende il viso tra le mani ti accarezza e ti bacia…per poi passare al guaio successivo).

– premiare i comportamenti positivi

Che poi dicono non siano capricci ma il loro modo di esprimere un bisogno; poveri cuccioli mi chiedo quanto sia difficile per loro essere bombardati da informazioni e da emozioni sconosciute a cui devono provare a dare un nome ed una via d’uscita. Mica deve essere bello innervosirsi perché la scarpetta non entra nel granaio della fattoria e non saper gestire questo moto di rabbia (e quindi giù di pianto), oppure essere felicissima perché si riesce ad infilare il cucchiaino proprio nella tazzina (e quindi giù di urla), se in più ci aggiungiamo che non riescono ad esprimere a parole tutto quello che gira nella loro testolina ecco che ci troviamo di fronte dei piccoli vulcani pronti ad esplodere…e qualche volta siamo noi la miccia!

Ora io voglio assecondare tutti i bisogni della peste, voglio capire tutte le sue necessità, seguire i suoi tempi, voglio essere io quella che cerca di mantenere la calma evitando di sbottare, però amore della mamma questi terrible two falli durare poco! Intanto io sto escogitando un pò di scappatoie, tipo:

Cerco di farla uscire il più possibile, lei per strada è distratta e dimentica i capricci, in più si stanca a camminare avanti e indietro così dopo mangiato crolla per almeno un paio d’ore senza fare discussioni

Se stiamo in casa la faccio giocare spesso con l’acqua, lei si diverte, si rinfresca ed io mi ritrovo a dover pulire il bagno da cima a fondo ma almeno non devo inventarmi un gioco ogni mezzo minuto

Quando è il momento di cambiarsi, lavarsi le propongo un patto (se facciamo questa cosa e mi dai la tua collaborazione hai in cambio qualcosa…non sempre mi va bene eh però la maggior parte delle volte è una buona soluzione)

Sono ancora in cerca di altri stratagemmi….ma mi ripeto che passerà!!!

Annunci

4 thoughts on “terrible two..terrible

  1. Non c’è nulla che funzioni veramente, a parte il crescere. Il vero problema (ma l’ho capito dopo) è che non hanno ancora una verbalità sufficiente ad esprimere i bisogni. Il che significa che qualche volta (e anche più di qualche) hanno ragione. Ma tu non lo sai e insisti per fare a modo tuo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...