L’umorismo che salva

queste vacanze tutto son state fuorché riposanti. Quando siamo stati.al mare piccola peste ha assaporato nel senso più letterale del termine la libertà. Chiusa nelle mura del villaggio(che detta così poi sembra una condanna), tra la piscina, i villini e le giostre se ne andava girando, correndo per la precisione, col suo passeggino facendo scorazzare peppa (la bambola/amica/martire) a destra e manca. Dopo due giorni già conosceva tutti, ogni tanto mi veniva a chiamare per presentarmi qualcuno, di solito prima il cane e poi il padrone. La mattina appena sveglia andava a salutare la cuginetta, mangiava il cornetto e poi faceva il giro di saluti…ormai l’animazione l’aveva ingaggiata per il risveglio mattutino degli ospiti. Sempre il secondo giorno mi sono dovuta tuffare in piscina per non farci cadere lei stile pera cotta che correva a prendere il foglio che diligentemente aveva lanciato mentre colorava. Ovviamente il tuffo lo stava facendo appena il bagnino era andato via, dal lato profondo della piscina, mentre mio marito non c’era. Risultato: lei in acqua non è caduta ma per evitarlo l’ho fatta cadere testa a terra ed io ero acciaccata ovunque. Dulcis in fundo mio marito mi dice “devi avere i riflessi più pronti”. Io ho pensato davvero di chiedere il video di quei 10 secondi, perché tanti son stati, in cui ero seduta sul lettino a parlare con mia cognata e le bimbe affianco a noi che disegnavano, ad un certo punto peste mi guarda con quello sguardo da “ho fatto un guaio ma ora ne sto per fare uno peggio”, io mi illumino di immenso e mentre guardo la piscina chiedo a mia cognata se peste ha lanciato qualcosa. Il tempo che lei mi risponde il foglio io già sono in volo tipo superman (superwoman direi) per acchiapparla…ma si ho i riflessi lenti…mmmmm!!!! Siamo ancora al secondo giorno, prevedo che sarà una vacanza duuuura. Al terzo giorno ha imparato la strada per andare alle giostre, per cui prende peppa e va si avvia. Io da lontano la guardo per vedere fin dove si spinge, poco dopo mi vedo arrivare una signora molto carina che mi dice: Irene sta andando alle giostre con peppa (sempre la bambola), io la ringrazio un po’ perplessa che neanche la conosco ma lei evidentemente ci conosce benissimo. Per dovere di cronaca peste arriva tranquilla fino alle giostre fregandosene di non essere accompagnata e fa fare a peppa l’altalena, il dondolo, la giostrina che gira, quando però tocca allo scivolo si ricorda che le serve qualcuno un po’ più alto di lei per farle salire le scale e si gira per cercarci. E grazie amore di mamma eh!!! Noi insistiamo a guardarla da lontano (ma non troppo perché i poteri da wonderman/woman sono limitati) e costantemente abbiamo la cronaca di qualcuno del villaggio che ci dice Irene è li sta dando da mangiare ai gatti, Irene è qui gioca con fiocco, Irene sta dando da mangiare a peppa. Ci siamo resi conto che veramente Irene ha assaporato la libertà. Ma abbiamo capito anche che il mare eccita, la baby dance eccita, il bar con il cartellone formato gigante dei gelati eccita, il cagnolino dolcissimo e che non abbaia mai dei nostri vicini eccita…e così la vacanza eccitatissima ci ha fatto perdere l’abitudine di dormire il pomeriggio, in compenso ci ha fatto prendere l’abitudine di stare sempre fuori per cui anche tornati a casa è un continuo di “mamma io pssegiaia” (tradotto mamma voglio fare una passeggiata), a cui si alterna “mamma io ba babypsns (voglio ballare la baby dance) mamma io giogge (le giostre) e mamma gelato. Le mura di casa ci puzzano più di prima, non ci piace più camminare per strada con la mano, non ci piace seguire percorsi obbligati. Insomma non ho mica capito se ste vacanze ci hanno fatto bene….

Annunci

12 thoughts on “L’umorismo che salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...